MagicaMusica è membro del TAVOLO PERMANENTE MUSICA 0-6

A partire da venerdì 12 febbraio 2016,
MagicaMusica prende parte ufficialmente al TAVOLO PERMANENTE MUSICA 0-6, un organismo nazionale di raccordo tra scuole di musica, associazioni di promozione musicale e sociale, ed enti pubblici e privati che hanno nei propri fini la promozione dell’educazione musicale per la fascia d’età 0-6 anni.

L’organismo è stato costituito dalle più importanti realtà nazionali nell’ambito della didattica e della formazione musicale.

L’esigenza di creare tale organismo è nata in occasione della Tavola rotonda svoltasi a Firenze il 15 marzo 2015, nell’ambito del II° congresso internazionale “Musica in Culla: musica, gioco e realtà nel panorama infantile di oggi”. In tale occasione si è analizzato la voglia comune di costituire uno spazio comune per momenti di confronto, scambio e riflessione tra tutti coloro che in Italia si occupano di Educazione Musicale per la fascia 0-6. L’esigenza ha preso forma nella proposta di un “Tavolo permanente” tra i rappresentanti delle strutture educativo-musicali presenti al congresso, con l’intento di aprire la proposta ad altri enti e associazioni interessate.

Due i principali obiettivi del Tavolo:

  • l’approfondimento della conoscenza reciproca dei rispettivi ambiti e metodologie di intervento nel territorio nazionale;
  • lo studio di suggerimenti per norme legislative e atti amministrativi che permettano un migliore e più efficace intervento presso Asili Nido, Scuole dell’Infanzia e strutture territoriali.

IL PRIMO CONGRESSO NAZIONALE

Il 5 e il 6 Novembre 2016 tutti i membri del “TPM 0-6” si sono dati appuntamento a Bologna, per il primo congresso nazionale del tavolo; un importante incontro finalizzato allo scambio di informazioni sul perchè e sul come ciascuno opera nel proprio ambito territoriale. Tre gruppi di lavoro hanno poi discusso e messo a punto:

  1. un nuovo testo del Manifesto del TPM 0-6, in cui saranno esplicitati i principi condivisi e le prospettive di azione;
  2. un elenco di possibili azioni divulgative per far conoscere le buone pratiche ralizzate dai partecipanti e per diffondere l’informazione sul diritto alla musica anche per i piccolissimi e sulla necessità di moltiplicare le azioni educativo-musicali in tutti i servizi per l’infanzia;
  3. criteri e modalità per attivare buone e proficue relazioni con le Istituzioni e gli Enti che si occupano in genere della fascia d’età 0-6, anche in vista della prossima legge delega sul settore.

Approfondimenti: